BPM: Business Process Management

Il Business Process Management ha il compito di analizzare e definire i processi aziendali per migliorarne l’efficienza e l’efficacia

Modella l'esecuzione dei processi, definisci attori e responsabili, monitora i tempi, i costi, criticità e prendi decisioni

Il lavoro agile è fondato su strumenti digitali e connessi. La digitalizzazione dei processi è un elemento cardine del nuovo paradigma di lavoro. I processi devono essere digitalizzati e ottimizzati tenendo conto di una workforce che sarà sempre più diffusa e connessa.

La gestione dei processi e la digitalizzazione dei flussi documentali rendono le soluzioni di Business Process Management strategiche per ogni ambiente di lavoro agile.

Il fine di un digital workplace non è infatti (solo) quello di favorire comunicazione, collaborazione e innovazione, ma anche di lavorare da remoto esattamente come in ufficio: strumenti documentali e di process management non possono pertanto mai mancare.

Il “BPM” (Business process management) è di fatto l’insieme di attività necessarie per definire, ottimizzare, monitorare ed integrare i processi aziendali, al fine di creare un processo orientato a rendere efficiente ed efficace il business dell’azienda.

Il BPM offre l’infrastruttura per poter codificare dei processi aziendali usando funzionalità eterogenee, velocizzando e semplificando i processi aziendali. Il vantaggio principale è la maggiore flessibilità del sistema informativo che consente di modificare il flusso di un processo in modo conforme a quanto avviene nella realtà aziendale.

Dalla definizione di un processo aziendale vengono stabilite quali operazioni effettuare, le modalità di esecuzione (specificando le azioni da eseguire ad ogni “step”) e le utenze/operatori che dovranno svolgerle.
Un processo è infatti definito da un elenco di “passi” (o step) da completare secondo uno schema logico e regole predefinite; un processo inizia eseguendo un passo denominato “iniziale” e termina quando viene completato un passo “finale”.